SHARE
La valle dei templi di Agrigento di notte, foto dal sito guidaturisticaagrigento.it.

Sono state riaperte da qualche giorno ai turisti, in orario serale e notturno, le porte della Valle dei Templi. Fino al 18 settembre (unica giornata di chiusura quella del 27 luglio) i visitatori del parco archeologico potranno intrattenersi lungo la via Sacra anche dopo il tramonto.

L’orario di chiusura, infatti, viene posticipato per consentire di ammirare da vicino i templi illuminati. Uno scenario suggestivo dal tramonto e al calar della notte con la spettacolare illuminazione delle vestigia greche che fanno parte del patrimonio culturale dell’umanità tutelato dall’Unesco. La Valle dei Templi rimane aperta tutti i giorni dalle ore 8 alle 19. Nelle giornate di apertura serale e notturna si potrà rimanere fino alle 22 nei giorni feriali e fino alle 23 nei festivi e prefestivi con un’ora supplementare di tolleranza per consentire l’uscita dall’area archeologica. Le biglietterie sono quelle del tempio di Giunone e di contrada Sant’Anna, il costo del biglietto d’ingresso è di 10 euro.

“Così, anche quest’anno, con l’apertura serale della Valle dei Templi, puntiamo ad incrementare ulteriormente la fruizione del nostro patrimonio archeologico”, ha detto il direttore del Parco archeologico Giuseppe Parello sottolineando che si tratta ormai di un appuntamento fisso che verrà ripetuto negli anni e che “è un dovere da parte nostra rendere la valle fruibile nel migliore dei modi offrendo a visitatori e turisti diverse possibilità”. “Dal 2012 i dati relativi all’apertura serale – ha spiegato – sono in costante aumento, siamo passati da 16.000 presenze a 40.000 nel 2014. Puntiamo quest’anno a fare di più, ulteriori stimoli alle visite notturne vengono certamente dati anche dal cartellone di eventi di qualità che promuoviamo ogni anno per impreziosire con arte, musica e cultura le serate nella valle”.

Agenzie e guide turistiche autorizzate si sono già organizzate anche per le visite serali guidate per far conoscere meglio i monumenti sotto l’aspetto storico, artistico e archeologico facendo comprendere la civiltà che li ha costruiti e conoscere i personaggi che hanno fatto di Akragas, secondo la prosa di Pindaro, la “più bella città dei mortali”.

La “visita ideale” della Valle dei Templi comincia nel momento più suggestivo del tramonto fino al calare della notte quando i templi sono illuminati, prima, dai colori sole rosso, poi, dai riflettori delle luci artistiche. Il percorso lungo la via Sacra consente di ammirare i magnifici templi dorici illuminati: il tempio di Giunone e quello della Concordia, il tempio di Ercole e quello di Giove.