SHARE

“Il Pd sta facendo sprofondare le istituzioni siciliane nel caos. Prima ha invocato la prosecuzione della legislatura, poi dopo le parole di Manfredi Borsellino ha fatto clamorosamente marcia indietro. Adesso assiste silente alle accuse di golpe mosse da Crocetta che sfida l’Ars a mandarlo a casa”. Così Nello Musumeci, leader dell’opposizione e presidente della commissione regionale antimafia, sulla sua pagina di Facebook. “Chiudiamola qui questa tragicommedia: abbiano finalmente il coraggio, i deputati Pd e i loro alleati, di sfiduciarlo o lo faremo noi, per la terza volta. Ma finiamola con questi balletti indecorosi, mentre le imprese chiudono e la gente vive nella sofferenza”.

“Reduce da liposuzioni e misteriosi sbiancamenti, il sempre piu’ confuso Crocetta continua a delirare parlando di se stesso come di un combattente antimafia e pro Palestina pronto a morire braccato da cosche e amerikani col K. Sopravvissuto alle misteriose operazioni di Tutino siamo certi, e di cio’ contenti, che sopravvivera’ a questi inesistenti attacchi. E’ un incapace che mortifica la Sicilia. Se ne deve andare non per telefonate presunte, ma per certa e manifesta incapacita’“. Lo dichiara il senatore di FI, Maurizio Gasparri in una nota. “Un irresponsabile che ha devastato la Sicilia e che offende il senso comune con le sue ridicole parole. Chi lo critica o e’ mafioso o e’ omofobo. Oggi disserta su stili pasoliniani e altre demenze, mentre la Sicilia affonda. Sia il centrodestra – conclude – a trovare forza e unita’ per liberare la Sicilia dalla sinistra dell’incapacita’ e dai grillismi velleitari e piu’ vanamente urlanti di Crocetta. La Sicilia e’ una grande terra che deve uscire da questa umiliazione. Si dovrebbero vergognare i finti antimafia che difendono ancora un personaggio simile”.