SHARE

“La causa annunciata dai legali di Rosario Crocetta può diventare l’occasione processuale per comprovare la piena correttezza del comportamento dell’Espresso e per fare definitiva chiarezza su quanto è avvenuto”. E’ quanto si legge in una nota della direzione delL’Espresso che replica all’avvocato Vincenzo Lo Re il quale ha annunciato da parte del governatore siciliano una richiesta di risarcimento di 10 milioni di euro al settimanale per l’articolo in cui si parla della presunta telefonata tra il medico Matteo Tutino e lo stesso Crocetta in cui sarebbe stata pronunciata la frase shock su Borsellino.