SHARE
riforma pensioni

È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto legge sul rimborso pensioni varato dal governo e convertito dal parlamento in ottemperanza alla sentenza della Corte costituzionale sulla riforma pensioni Fornero. Il provvedimento, approvato lo scorso 15 luglio, entra in vigore oggi. Tra le principali misure contenute, rimborsi delle perequazioni perse per le Pensioni da tre volte il minimo a sei volte il minimo; 290 milioni per i contratti di solidarietà (sia di tipo a che di tipo b); pagamento delle Pensioni il primo giorno del mese; chiarimento sulle agevolazioniprevidenziali per gli esposti all’amianto, estendendole ai lavoratori in mobilità. E ancora: soluzione per la questione della rivalutazione negativa subita dagli assegni a seguito della riduzione del Pil 2014.

Intanto prosegue il dibattito sulla riforma pensioni, agguerrita la Lega nordi di Matteo Salvini. “Poletti ha appena detto che rivedrà le pensioni durante la legge di stabilità, peccato che il ministro del lavoro sia stato smentito dal premier. Renzi ha infatti detto che le pensioni non si toccheranno fino al 2018. Vorremmo sapere chi dei due mente e ricordiamo loro che i pensionati meritano delle garanzie precise dopo lo scempio fatto dalla legge Fornero”. Lo dice il deputato leghista Roberto Simonetti, componente della commissione Lavoro.

SHARE