SHARE

Diverse perquisizioni sono state disposte dalla Procura della Repubblica di Agrigento nell’ambito di un’indagine, coordinata dai sostituti procuratore Andrea Maggioni e Alessandro Macaluso, su una presunta associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni delle Aziende sanitarie provinciali di Agrigento e Caltanissetta, ma anche ai danni del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Cinque le persone indagate, tutte di Canicattì.

Il decreto di perquisizione è stato eseguito dai finanzieri della tenenza di Canicattì (Agrigento) e dai colleghi di Genova e Rimini. Gli investigatori, secondo quanto rifersice l’Agi, stanno acquisendo documenti sulle richieste di contributi pubblici a favore degli enti gestiti dagli indagati. I finanzieri sono stati nelle sedi legali della “Pubblica Assistenza A.v.i.o.s.”, della “P.i.c. Pronto intervento cittadino”? della “Trinacria Onlus”? della “Relax Assistance S.r.l.”, tutte con sede nella stessa via e nello stesso numero civico di Canicatti’, della “Pubblica Assistenza Croce Azzurra Ligure”, con sede a Genova e della “Pubblica Assistenza Croce Azzurra Canova”, con sede a Genova? della “Cooperativa Croce Italia – Societa’ cooperativa sociale”, con sede a Rimini.

SHARE