SHARE

Terzo fermo in pochi giorni per abusi a minori in comunita’ alloggio della provincia di Agrigento. Questa volta a essere sottoposta a fermo di inziato di delitto e’ un’educatrice licatese di 25 anni. La giovane, in diverse occasioni, addetta alla custodia della comunita’ per minori con disturbo del comportamento di Licata e alla vigilanza, avava compiuto atti sessuali con un ragazzino, rapporti completi nella cucina della struttura, con l’aggravante di aver compiuto tali atti all’interno della comunita’, di notte, mentre gli altri ospiti dormivano, approfittando dell’assenza di altri operatori. Il provvedimento, eseguito dagli agenti del commissariato di Palma di Montechiaro, e’ stato emesso dai sostituti procuratori Salvatore Vella e Simona Faga, del dipartimento delitti sessuali e contro la famiglia coordinato dal procuratore Renato Di Natale, nell’ambito della complessa indagine, tuttora in corso, sulle comunita’ alloggio in provincia di Agrigento. (AGI)