SHARE

I prodotti agroalimentari italiani di alta qualità sono sempre più apprezzati dai consumatori internazionali. Lo sta dimostrando anche l’andamento delle vendite  dei formaggi italiani DOP all’estero, che durante il 2014 hanno visto aumentare il fatturato del 5,5% rispetto all’anno precedente.

L’export dei prodotti caseari a denominazione di origine protetta si attesta infatti a 1 miliardo e 400 milioni di euro, un trend in graduale ascesa che testimonia l’ampia capacità dei mercati esteri di recepire le nostre specialità. Sul fronte nazionale, per i formaggi DOP il fatturato alla produzione ammonta a 3 miliardi e 900 milioni, mentre il fatturato al consumo supera i 5 miliardi di euro.

Nel 2014 la produzione italiana di formaggi a denominazione ha raggiunto quota 498.000 tonnellate, che corrispondono a circa il 40% del totale delle produzioni alimentari certificate. I formaggi italiani DOP, che in base al Disciplinare di produzione possono essere fatti esclusivamente con latte fresco, rappresentano dunque una quota sempre più rilevante delle produzioni agroalimentari italiane. “L’analisi dei dati ci conferma l’importanza strategica del comparto sul fronte nazionale e ancor di più ci indica chiaramente nell’export la direzione da intraprendere per l’ulteriore sviluppo del settore – ha affermato Cesare Baldrighi, presidente di Afidop -. Siamo di fronte ad uno scenario sempre più globale e quella dei mercati internazionali è la sfida che dobbiamo saper affrontare, forti dell’alta qualità e tipicità riconosciuta ai nostri formaggi, genuina espressione dei territori di produzione.

SHARE