SHARE

Per il cartellone di Teatri di Pietra Sicilia, sarà “Andromaca” di Clelia Lombardo e con la regia di Giannella Loredana D’Izzia, in scena l’attrice siracusana Carmelinda Gentile, a sostituire “Fedra. Diritto all’amore” con Galatea Ranzi annullato per ragioni tecniche. “Andromaca” andrà in scena domenica 26 luglio al Giardino della Kolymbetra di Agrigento. Inizio dello spettacolo alle ore 21.

Lo spettacolo “Andromaca” di Clelia Lombardo e con la regia di Giannella Loredana D’Izzia. Tutto luce l’abito e tutto buio il palcoscenico. Piedi scalzi e una piccola sciarpa che viene tolta e viene rimessa, una sedia e un’anfora, un graffio di proiettore e una candela tremolante. Andromaca ha creato un mondo in bianco e nero, tripudio di colori trasformati in voce e mimica, cambi di scena che si attuano sui lineamenti del volto, ora rappresentazione luttuosa e violenta, ora specchio etereo di un sogno, ora impeto ora implorazione.

Carmelinda Gentile è strumento accordatissimo, con la sua faccia di attrice muta in un battito, da un sospiro ad un grido, attraversando le epoche, ricucendole assieme in un unico drappeggio; un passo in avanti e già trasporta lo spettatore nel racconto di un nuovo scenario. Lo spettacolo è tratto dall’omonimo testo della scrittrice Clelia Lombardo, barcellonese trapiantata a Palermo. La regia per questo atto unico è firmata da Giannella D’Izzia. Sul palco ci sarà appunto la siracusana Carmelinda Gentile, conosciuta al grande pubblico per aver interpretato Beba, nella fiction tv “Commissario Montalbano”, e aver fatto parte del cast di “Baaria” di Giuseppe Tornatore. Il progetto luci di “Andromaca” è di Alessandro Sipione.