SHARE

“Piero Messina non ha mai messo a verbale davanti ad alcuna autorita’ giudiziaria notizie sulla fonte. Non solo, ma non ha mai inviato ad alcuna autorita’ giudiziaria alcuna relazione. Messina è stato sentito per la prima volta ieri dall’autorita’ giudiziaria in qualita’ di persona sottoposta ad indagine e lì si è avvalso della facoltà di non rispondere come anche il collega Maurizio Zoppi”. Lo dice all’Ansa l’avvocato Fabio Bognanni, legale di Piero Messina e Maurizio Zoppi, i giornalisti de L’Espresso indagati per divulgazione di notizie false e Messina anche per calunnia in relazione alla pubblicazione della presunta intercettazione della telefonata tra il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, e il suo medico personale nonchè primario del reparto di Chirurgia plastica a Villa Sofia, Matteo Tutino.