SHARE

“L’assassino di Loris Stival è l’ex vescovo di Agrigento, monsignor Ferraro”. Un mitomane, che sosteneva di appartenere alle forze dell’ordine, originario di Pachino, è stato bloccato a Vittoria nella villa comunale dagli uomini della Squadra mobile. Aveva lasciato una lettera sul balcone dei vicini di casa di Davide Stival, padre del piccolo ucciso a Santa Croce Camerina, con la quale invitava l’uomo a un incontro in cui gli avrebbe svelato il nome dell’assassino. Una volta avvistato, l’uomo, secondo quanto riferisce l’Agi, si sarebbe coperto il volto con una maschera, avrebbe consegnato la foto di monsignor Ferraro e se ne sarebbe andato via. L’uomo è stato individuato da agenti in borghese. Messo in libertà è stato denunciato per calunnia, interruzione di pubblico servizio, falso materiale, sostituzione di persona ed usurpazione di titoli. In carcere ad Agrigento per il delitto del piccolo, su disposizione di ordinanza cautelare,c’è ancora la madre, Veronica Panarello.