SHARE

Prorogato al 30 settembre 2015 il termine per l’approvazione dei bilanci di previsione per i Comuni siciliani. Lo ha deciso stamattina la Conferenza Stato-città, presieduta dal ministro dell’Interno, Angelino Alfano alla quale hanno partecipato, tra gli altri, anche il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti, il sottosegretario all’Economia e alle Finanze, Pier Paolo Baretta, il sottosegretario all’Interno, Gianpiero Bocci e i rappresentanti dell’Anci e Upi. La proroga al 30 settembre, gia’ prevista per le città metropolitane e le Province, era stata richiesta ufficialmente a rappresentanti del governo, presenti oggi in Conferenza Stato-Città, dal presidente di Anci Sicilia, Leoluca Orlando, il quale dichiara: “Esprimiamo il nostro apprezzamento per questa decisione del Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, che pone parzialmente rimedio alla decisione della Regione Siciliana di approvare solamente il 10 luglio scorso la norma che impone ai Comuni siciliani l’attuazione della riforma sull’armonizzazione contabile, una conferma ulteriore del perdurante stato di calamita’ istituzionale in cui versa la Sicilia”. In merito è intervenuto il deputato nazionale del Partito democratico Antonino Moscatt che afferma: “Si tratta di un segnale importante del governo verso i comuni della Sicilia che, a causa delle legge in materia di armonizzazione dei bilanci, non riuscivano a chiudere ed approvare in tempo utile lo strumento finanziario”.