SHARE

E’ ripreso all’Ars l’esame del disegno di legge sulla ripubblicizzazione dell’acqua. Ieri l’aula ha approvato i primi quattro articoli. Stamane l’aula ha ripreso con l’esame dell’atrticolo 5, che individua i nuovi Ato. La seduta, convocata alle ore 9, è iniziata poco dopo le 10.

Difficoltà per il presidente Giovanni Ardizzone a tenere in ordine l’Aula dopo la riscrittura, presentata dal governo stamattina che individua sette sub ambiti, al quale sono stati presentati subemendamenti a firma Valeria Sudano e altri parlamentari del Pd e da Fontana e rappresentanti di Ncd. La norma non piace a molti esponenti di maggioranza e opposizione. La commissione Territorio ha presentato un emendamento sostitutivo di quello del governo. Ieri sono stati approvati solo due dei 14 articoli del ddl, per i forti contrasti interni alla maggioranza e le divergenze di orientamento tra l’assessore all’Energia Vania Contrafatto che ritiene indispensabile l’allineamento alla legge nazionale e il presidente della Regione Crocetta che ha invitato i parlamentari ad “attenersi allo statuto siciliano, senza fare i costituzionalisti, e rispettare l’autonomia normativa della Regione”.