SHARE

Vacanze 2015: c’è chi le ha già fatte e chi ancora le sogna, ma la maggior parte dei turisti arriverà in Italia nelle due settimane centrali di Agosto. «I risultati della stagione in corso potrebbero addirittura superare le performance del 2012, la migliore degli ultimi anni» spiega il presidente della Cna Balneari Cristiano Tomei. 

Non solo le presenze sono aumentate in tutte le regioni, ma è cambiata anche la qualità del turismo. Non più gite mordi e fuggi, ma soggiorni dai 7 ai 10 giorni, fino ai 15. L’incremento si è verificato in tutta Italia, ma tra le Regioni più interessate si trovano quelle meridionali. Puglia e Sicilia hanno raggiunto affluenze da record, insieme ad Abruzzo ed Emilia Romagna.

Ma perché le vacanze 2015 si progettano in Italia? Per i paesaggi mozzafiato, il mare, le bellezze storiche ed artistiche certo. Ma soprattutto per la buona cucina. I turisti, italiani e stranieri, che trascorreranno l’estate nella penisola spendono a tavola un terzo del budget dedicato alle vacanze. 11 miliardi in tutto, tra caffè espresso, gelato, pizza, dolci, piatti di pesce e specialità varie.

L’Italia – precisa la Coldiretti – ha conquistato la leadership mondiale nel turismo enogastronomico grazie a 4.886 prodotti tradizionali censiti dalle Regioni, 272 specialità Dop/Igp riconosciute a livello comunitario, 415 vini Doc/Docg, quasi 21mila agriturismi e oltre 6.600 fattorie. Proprio la Coldiretti ha assegnato le “Bandiere del Gusto”, vale a dire la classifica dei primati enogastronomici stilata oggi nel padiglione No Farmers No Party di Expo Milano. La Sicilia ha guadagnato 7 “bandiere” raggiungendo così il numero di 242 prodotti di enogastronomia d’eccellenza. Uno dei quali è il  il cannolo tradizionale di Piana degli Albanesi e Santa Cristina Gela che si distingue dagli altri per essere fatto con scorza ottenuta da farina di grani antichi (maiorca), fresca ricotta di pecora, scaglie di cioccolato fondente 70% (grattugiato al momento) e miele di zagara al posto dello zucchero raffinato.

Chissà se i turisti che affollano l’isola in vista di Ferragosto lo hanno già assaggiato!

SHARE