SHARE

Spiagge tra le più belle lungo le coste italiane, in luoghi come San Vito lo Capo o Punta della Suina, occupate abusivamente da stabilimenti sono state restituite nei giorni scorsi alla cittadinanza. “Spiagge liberate dagli abusi e ora libere per i cittadini” afferma il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio.

La Guardia Costiera ha ricevuto infatti l’indicazione di una azione incisiva di controlli sul demanio marittimo e di legalità dal Ministro Delrio nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro 2015” iniziata il 22 giugno e in corso fino a settembre lungo le coste italiane per garantire assistenza e controlli ai cittadini. “È un’operazione che abbiamo voluto rafforzare per tutelare i beni pubblici e affermare il diritto dei cittadini. –afferma il Ministro Delrio – Chi si appropria indebitamente di una spiaggia o di un qualsiasi spazio pubblico non lo sottrae a un Ente invisibile, bensì ai concittadini”.

A fronte di tanti gestori che rispettano le regole e i compensi demaniali stabiliti, infatti, altri si appropriano di spazi per i quali non hanno dimostrato titolo di concessione e che occupano con indebito profitto. In questi casi si procede a sequestri e a restituire immediatamente le spiagge e le coste all’uso libero e pubblico dei cittadini in caso le strutture siano rimovibili, come ombrelloni e. In caso di strutture fisse e costruzioni, occorrono i tempi tecnici e amministrativi per la demolizione.

La Guardia Costiera, guidata dal Comandante Felicio Angrisano, sta agendo in stretto collegamento con le locali Autorità Giudiziarie e le forze dell’ordine locali: “Dobbiamo a loro se ora vi sono luoghi restituiti a tutti e di cui ogni cittadino deve avere cura” conclude Delrio. Oltre all’azione capillare di controllo estiva, è bene ricordare l’importante intervento a Ostia, della Procura di Roma e da parte del Comune , cui la Guardia costiera ha dato il proprio contribuito.

La Guardia Costiera di Trapani, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trapani, ha posto sotto sequestro circa 4200 lettini e 2100 ombrelloni, che le ditte operanti nel settore del noleggio, collocavano abusivamente sulla rinomata spiaggia di San Vito Lo Capo. Il sequestro preventivo, disposto dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Trapani, è stato emesso a seguito di una lunga e complessa attività di osservazione, controllo e pedinamento, operata dal personale della Guardia Costiera di Trapani nei confronti di 12 ditte autorizzate al noleggio di lettini ed ombrelloni agli utenti della spiaggia sanvitese. Dall’attività investigativa, è emerso infatti che tali ditte provvedevano a collocare sistematicamente, già dalle prime ore del mattino, le suddette attrezzature sulla spiaggia pubblica, in spregio alle norme attinenti l’uso del demanio marittimo, imp​edendo la libera fruizione dell’arenile a tutti coloro che vi si recavano muniti di proprie dotazioni balneari. L’operazione odierna, condotta dal personale della Guardia Costiera di Trapani, ha visto anche il supporto, per l’attività di ordine pubblico, di personale delle Forze dell’Ordine.​