SHARE

I militari della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Porto Empedocle in un’operazione congiunta con il personale della Sezione Operativa Navale Guardia di Finanza empedoclina, condotta a San Leone in Viale Le Dune il giorno 18 agosto, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Agrigento il gestoredi uno stabilimento balneare (O.I.M. di anni 27 agrigentino) per il reato di abusiva occupazione di spazio demaniale marittimo, ai sensi degli art. 54 e 1161 del Codice della Navigazione.

Durante i controlli lo stabilimento balneare è risultato occupare un tratto di arenile di circa 6.400 mq. in assenza di idoneo titolo concessorio, laddove lo spazio precedentemente assentito in concessione demanialedalla Regione Sicilianafino al 31/12/2010 ammonta a 3.655 mq: l’areaè stata immediatamente sottoposta a sequestro penale, insieme ai materiali ed attrezzature abusivamente collocati dai gestori (147 sedie sdraio, 56 ombrelloni, 40 tavoli e 116 sedie in materiale plastico di colore bianco, un chiosco per la vendita dei gelati, banconi, attrezzature per servizio bar e ristorazione, etc…). Inoltre, è stato accertato che una porzione dello stabilimento è in stato di abbandono ed in evidente stato di degrado.

All’area (temporaneamente affidata in custodia giudiziale al medesimo trasgressore) ed ai beni sequestrati i militari hanno poi provveduto ad apporre i sigilli, in attesa delle decisioni dell’Autorità Giudiziaria e degli uffici regionali in merito all’eventuale definitivo sgombero dell’arenile per restituire quel tratto di arenile alla libera e sicura fruizione da parte della collettività.

SHARE