SHARE

I militari della Guardia Costiera di Porto Empedocle in un’operazione di contrasto agli illeciti demaniali marittimia a Punta Grande (Comune di Realmonte), hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Agrigento il titolare di uno stabilimento balneare per il reato di abusiva occupazione di spazio demaniale marittimo ed innovazioni non autorizzate, ai sensi degli art. 54 e 1161 del Codice della Navigazione. Durante i controlli lo stabilimento balneare è risultato occupare un tratto di arenile in totale di circa 1.650 mq, laddove lo spazio regolarmente assentito in concessione demaniale dalla Regione Siciliana ammonta a soli 500 mq: l’area eccedente utilizzata abusivamente per la posa di sdraio ed ombrelloni, pari a circa 1.100 mq, è stata subito sgomberata e restituita alla libera fruizione, mentre sono stati sottoposti a sequestro penale, insieme ai 40 ombrelloni e 80 sdraio rimossi, un manufatto della superficie di circa 50 mq ed una pedana in legno di circa 60 mq (entrambi collocati all’esterno dell’area autorizzata) ed una copertura in legno della superficie di circa 90 mq in quanto realizzata in difformità del titolo concessorio in corso di validità.
Ai beni sequestrati (temporaneamente affidati in custodia giudiziale al medesimo trasgressore) i militari hanno poi provveduto ad apporre i sigilli, in attesa delle decisioni dell’Autorità Giudiziaria e degli uffici regionali in merito all’eventuale sgombero dell’arenile occupato dalle opere abusive.

SHARE