SHARE

Sono 8 gli immobili abusivi da abbattere in 45 giorni di lavoro per un costo complessivo di 80.532 euro. Questi sono alcuni numeri della prima sfilza di demolizioni nella zona archeologica della valle dei templi disposta dal Comune dopo l’ultimatum della Procura della Repubblica di Agrigento. Sugli immobili pendono diverse sentenze del tribunale di Agrigento passate in giudicato: alcune sono state emesse nel lontano 1992, altre negli anni successivi, l’ultima è invece del 2007.

Dopo la prima demolizione di ieri di un muretto di recinzione abusivo di una casa in via Poggio Muscello, ecco qual è il cronoprogramma previsto dall’amministrazione comunale nel piano esecutivo messo nero su bianco nel verbale di consegna dei lavori che saranno eseguiti dall’impresa edile stradale Capobianco Giuseppe di Palma di Montechiaro che si è aggiudicata l’appalto.

Il 26 agosto prossimo, a cadere giù sarà un manufatto in contrada Poggio Muscello; i lavori dureranno quattro giorni e costeranno 7.556 euro. Il 30 agosto sarà invece demolito un fabbricato in via degli Imperatori; in questo caso  i lavori, dal costo di 9.317, dureranno sette giorni. Poi le ruspe, il 6 settembre, torneranno ancora una volta in contrada Poggio Muscello per abbattere un altro fabbricato abusivo: i lavori dureranno sette giorni e costeranno 4.461.

Gli interventi più costosi sono quelli previsti per abbattere due case abusive in via Afrodite e sono stati programmati per il 12 e il 15 agosto. Nel primo intervento, dal costo di 25.300 euro, i lavori dureranno tre giorni; mentre nel secondo caso ci vorranno 10 giorni di tempo e 21.047 euro spesi. Il 25 settembre le ruspe abbatteranno un immobile in contrada Maddalusa: si prevedono sette giorni di lavoro per un costo di 5.097 euro. L’ultima di questa prima serie di “storiche” demolizioni di fabbricati abusivi nella zona del parco archeologico della valle dei templi è prevista per il 2 ottobre: i lavori dureranno cinque giorni e costeranno 4.387 euro.