SHARE

“Non riteniamo legittima e condivisibile la decisione adottata dalla Procura”. Lo dicono gli avvocati Roberto Gambino e Giacomo La Russa, difensori del proprietario del muretto abusivo abbattuto lunedì scorso a Poggio Muscello, nella zona della Valle dei Templi di Agrigento. Gli avvocati, che hanno annunciato la decisione di opporsi alle richiesta di pagamento delle spese di demolizione avanzata nei confronti dei proprietari del manufatto non a norma, hanno quindi aggiunto che “il Pm, da un lato, ha dovuto riconoscere che ad eseguire la sentenza penale poteva e doveva essere la sola autorità giudiziaria e non il Comune; e dall’altro, a nostro avviso, ha omesso un indispensabile passaggio procedurale davanti al giudice delle esecuzione penali che era l’unico organo che avrebbe dovuto stabilire come e con chi procedere alla demolizione, con quali spese e nel contraddittorio con gli interessati”. “Esporremo tutto in ogni sede – hanno concluso Gambino e La Russa – opponendoci che ai nostri assistiti vengano addebitate le spese della demolizione”.

SHARE