SHARE

All’ospedale “san Giovanni di Dio” di Agrigento è stato eseguito la scorsa notte un prelievo multiplo di organi ad un paziente, M.A. di 48 anni di Favara, deceduto per cause naturali. L’intervento, terminato nella prima mattinata di oggi, ha visto il coinvolgimento di chirurghi e sanitari appartenenti ai diversi reparti ospedalieri.

“Preme innanzitutto sottolineare – ha dichiarato in una nota il direttore sanitario di presidio Antonello Seminerio – la generosità dei familiari ed il grande valore umano sotteso alla scelta di acconsentire all’espianto degli organi. Si tratta di un gesto esemplare e da mettere in assoluta evidenza perché, grazie alla donazione, è oggi possibile offrire nuove speranze a molte persone in serie difficoltà. In secondo luogo, è doveroso rimarcare la professionalità dei medici e degli infermieri che hanno lavorato in sinergia garantendo la perfetta riuscita del prelievo multi-organo. L’auspicio è che questo evento costituisca un esempio e possa agevolare uno slancio verso la consapevole cultura della donazione”.

SHARE