SHARE

“Qualche buontempone ha strappato i cartelli che indicavano la proprietà privata a Scala dei Turchi. La cosa dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, che quello è un posto dove non esistono i controlli”. E’ quanto si legge sulla pagina Facebook di Mareamico Agrigento, l’associazione ambientalista presieduta da Claudio Lombardo, dove vengono condivise le foto dei cartelli danneggiati alla Scala dei Turchi.

Intanto, dopo la scadenza dei termini il 3 settembre, dovrebbero essere rimossi oggi dal Comune i paletti con la base in cemento se non provvede a toglierli il proprietario Ferdinando Sciabbarrà, almeno secondo quanto prevede un’ordinanza dirigenziale che segnala anche pericoli per l’incolumità pubblica. I legali della proprietà non hanno voluto rilasciare dichiarazioni sulle prossime mosse. “Le novità saranno comunicate con una nota stampa”, si è limitato a dire l’avvocato Salvatore Palillo. Possibile un ricorso al Tar contro il provvedimento del Comune. Ma oggi, 4 settembre, il sindaco di Realmonte, Lillo Zicari farà rimuovere, così come previsto dall’ordinanza dirigenziale dell’Utc, i paletti messi dal proprietario?

SHARE