SHARE

Spasimante non corrisposto si presenta nel bar dove la donna oggetto delle sue attenzioni lavora e viene arrestato per stalking. E’ successo a Perugia, in via Cortonese. L’uomo, un tunisino di 32 anni, che era sbarcato ad Agrigento su un barcone di migranti, stato bloccato, sabato scorso, di prima mattina, dagli agenti della volante della questura perugina dopo un breve inseguimento. Secondo quanto riferito, il tunisino già nei giorni precedenti aveva cercato di mettersi in contatto con la donna all’apertura del locale. Sabato mattina ha portato con sè anche un coltello con cui ha minacciato la donna e le altre persone presenti. In questura ha fornito un nome falso, ma dalle impronte, secondo quanto riferisce l’Ansa, è emersa la verità ed è stato possibile accertare che nel 2012 era stato rimpatriato. Era poi sbarcato ad Agrigento lo scorso anno ed era stato nuovamente rimpatriato. Ora deve rispondere di stalking, violenza privata, violazione alle norme sull’immigrazione e resistenza a pubblico ufficiale.

SHARE