SHARE

La giunta regionale ha fissato per il 29 novembre le elezioni per i presidenti dei Liberi consorzi dei comuni e dei sindaci metropolitani. Lo ha comunicato in una nota il governatore Rosario Crocetta. “La scelta di tale data – ha spiegato il presidente della Regione sicilina – è legata alla necessitè di rendere nota la prima applicazione delle nuove procedure e alla necessita’ di dare ai sindaci un periodo più ampio possibile, per consentire loro di preparare le candidature e raggiungere gli accordi necessari”.

Leoluca Orlando tuona contro il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta che ha fissato per il 29 novembre l’elezione del vertici del liberi consorzi dei comuni e soprattutto delle citta’ metropolitane, estromettendolo di fatto dalla competizione. Uno sgarbo che fa irritare il primo cittadino: “E’ una data e una scelta politica che si commentano da sole”, tuona. La legge infatti impedisce la candidatura ai sindaci con meno di 18 mesi di mandato, soglia che Orlando raggiungera’ solo il 20 novembre, fuori dunque dai tempi utili per la candidatura. E questo varrebbe per circa la metà dei sindaci siciliani. Così il primo cittadino palermitano schiera anche l’Anci Sicilia di cui e’ presidente e che parla di “attacco alla democrazia e alla partecipazione”.