SHARE

Sono andati ai magistrati Luigi D’Angelo e Maria Agnello del Tribunale di Agrigento, colleghi di Rosario Livatino, e al sostituto Procuratore generale di Caltanissetta, Fernando Asaro, i riconoscimenti “Legalità e Giustizia Giudici Saetta Livatino” dell’associazione d’impegno civico “Tecnopolis” ed “Amici del Giudice Rosario Angelo Livatino” di Canicattì. La consegna è avvenuta nella città natale di Livatino alla presenza delle massime autorità provinciali e cittadine. Riconoscimenti, secondo quanto riferisce l’Ansa, anche alla dirigente scolastica Maria Rosaria Russo di Rosarno che guida una dozzina di istituti in una zona molto difficile ed ai giornalisti Francesco Massaro di Palermo e Federica Angeli di Ostia per il loro impegno nella trasmissione dei valori etici di Legalità e Giustizia. Un riconoscimento particolare alla neo dottoressa in Scienze religiose Adriana La Rosa di Aragona appena laureatasi con la tesi “Resistenza alla Mafia e Fede Cristiana. Il caso del Giudice Livatino” in cui analizza sotto una nuova luce il Martirio “In Odium Fidei”.