SHARE

Mandorle, zenzero, asparagi, aglio e vino rosso, ma anche ostriche, peperoncino e cacao, avocado e cicoria. I cibi amici della passione si nascondono in una lista di insospettabili. Una dieta anti-flop alleata sotto le lenzuola, insieme a una nuova pillola dell’amore frutto della ricerca farmaceutica italiana. Un’arma in più, già disponibile sul mercato, per i 3 milioni di uomini della Penisola che soffrono di disfunzione erettile. In generale, nel Belpaese sono 16 milioni le persone che lamentano problemi sessuali, e 800 mila coppie sono a rischio di rottura o infedeltà per difficoltà nei rapporti intimi. L’Expo 2015 di Milano punta i riflettori sui legami tra sesso e alimentazione con l’evento Cibo alleato della passione: nutrire il seme della vita per recuperare una buona sessualità di coppia, promosso dall’Associazione ostetrici ginecologi ospedalieri italiani (Aogoi) e dalla Società italiana di urologia (Siu). L’incontro, questa sera in Cascina Triulza, apre il progetto The Circle of Life promosso da Aogoi, ed è il primo, spiega una nota, di un ciclo di cinque appuntamenti scientifici aperti al pubblico su nutrizione e benessere.

Dalla tavola alla camera da letto, ecco dunque la top 10 dei cibi anti-flopMandorle: ricche di antiossidanti e omega 3, 6 e 12, 30 grammi al giorno hanno un effetto positivo sulla capacità sessuale e riproduttiva dell’uomo. Cicoria: fonte dell’ormone maschile androstenedione, 250 grammi anche due volte a settimana forniscono ormoni sessuali all’organismo. Zenzero: anch’esso ricco di antiossidanti, nella dose massima consigliabile di 15 grammi a settimana favorisce la produzione ormonale endogena.Asparagi: fonte di vitamina E, 300-350 grammi a settimana anche cotti stimolano la produzione di ormoni maschili potenziando la funzione sessuale e la fertilità. Cacao: una tavoletta fondente al 70% alla settimana favorisce la produzione di piacere e relax.

Vino rosso: un bicchiere a pasto svolge un effetto positivo sulla sessualità. Peperoncino: è un potente vasodilatatore che agisce a livello dei corpi cavernosi del pene, sono consigliabili 15 grammi una tantum perché dosi eccessive possono infiammare la prostata. Aglio: nonostante l’odore molto forte e sgradevole contiene l’allicina, una sostanza che aumenta il flusso sanguigno. Due spicchi d’aglio al giorno, per 3 mesi consecutivi, aiuterebbero a risolvere problemi d’impotenza soprattutto nei soggetti che soffrono di colesterolo alto. Ostriche: per il loro elevato contenuto di zinco stimolano la produzione di testosterone. Avocado: ricco di acidi grassi essenziali, vitamina B e acido folico, mangiarne ogni giorno favorisce l’equilibrio ormonale.  Cibi ‘nemici’ dell’amore sono, invece, il caffè e lo stesso cioccolato in quantità eccessive, il pepe, i latticini, le molecole piccanti, gli alcolici, gli insaccati e i cibi fritti se consumati in quantità eccessiva, perché possono avere un effetto potenzialmente infiammatorio, specie sulla prostata.

SHARE