SHARE

Il Gip del tribunale di Agrigento ha disposto il giudizio immediato dei quattro operatori, fra cui una donna, delle cooperative di Licata che gestiscono comunità per minori. Tre degli operatori – due hanno 25 anni e l’altro ha 52 anni – sono accusati “abusando della qualità di operatore della comunità alloggio” d’aver costretto i minori a compiere atti sessuali”. Un quarto indagato avrebbe invece tentato di “coprire” un altro operatore ed è accusato di falsa testimonianza. Secondo quanto è stato portato alla luce dall’operazione denominata “Gabbiani liberi”, le persone offese sono tutte minorenni: tre ragazze e un ragazzo. L’udienza è fissata per il 14 dicembre