SHARE

(AGI) – Palermo, 22 ott. – Vertice alla Presidenza della Regione siciliana sul caso dei 24.000 forestali per i quali domani e’ annunciata l’interruzione dell’attivita’ lavorativa. Come confermato dall’assessorato all’Economia, domani dal Cipe non arrivera’ l’atteso ok alla delibera da 650 milioni, 88 dei quali proprio per i forestali. Se ne riparlera’ forse tra fine ottobre e inizio novembre. Per di piu’ gravano le perplessita’ della Corte dei conti. E domani e’ prevista una grande manifestazione davanti alla Regione, presentata come unvero e proprio assedio. Sono in corso le verifiche, spiegano da Palazzo d’Orleans, per recuperare le risorse finanziarie disponibili all’interno del Dipartimento agricoltura che dovrebbero garantire la copertura per il pagamento degli stipendi. Al vertice in Presidenza, conclusosi nel pomeriggio, erano presenti anche l’assessore all’Agricoltura Rosa Barresi, il ragioniere generale Salvatore Sammartano e il dirigente generale del Dipartimento agricoltura Giovanni Bologna, per cercare una strada che garantisca la continuita’ del lavoro dei forestali. “E’ intendimento del governo non interrompere assolutamente il lavoro e nell’attesa della delibera Cipe”, viene assicurato, delibera prevista “tra la fine di ottobre e i primi giorni di novembre”. I sindacati chiedono a Rosario Crocetta che “emani un atto di indirizzo che garantisca la continuita’ occupazionale dei 24 mila forestali siciliani”, altrimenti “e’ inevitabile che si incendino le piazze. La tensione e’ salita a dismisura e domani c’e’ il rischio che davanti alla Presidenza della Regione, diventi incontrollabile”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it


Source: New feed Sicilia

SHARE