SHARE

La polizia provinciale ha sequestrato i silos e l’area circostante, dove erano stoccate le acque di vegetazione provenienti dal ciclo produttivo, di un oleificio di Ribera. I silos, secondo quanto è stato accertato dal controllo congiunto con i tecnici dell’Arpa, tracimavano da alcuni fori presenti e l’acqua di vegetazione finiva nel limitrofo vallone che confluiva con il fiume Magazzolo. All’oleificio si è arrivati dopo una segnalazione dell’associazione ambientalista MareAmico Agrigento, presieduta da Claudio Lombardo, che aveva notato una colorazione nero-violacea del fiume.

SHARE