SHARE

“Poche settimane dopo l’acceso dibattito tenutosi in consiglio sul tema ripubblicizzazione del servizio idrico attualmente gestito da Girgenti Acque, e la paura di una non potabilità dell’acqua sembra tragicamente divenuta realtà.”
A commentare poche ore dopo lo stop all’erogazione dell’acqua, il capogruppo del PDR (ormai Sicilia Futura) Nuccia Palermo che sottolinea :“Valori batteriologici non conformi ai paramentri stabiliti dal Disegno di Legge 31/01, questa la motivazione per la quale ad oggi i cittadini non possono utilizzare l’acqua. Adesso, vorremmo sapere se il Primo cittadino intende chiedere i danni al gestore e se i controlli hanno una frequenza ottimale al monitoraggio stesso ”.
“Vogliamo ricordare che seppur non in maniera diretta il comune di Agrigento, nella persona del Sindaco Firetto, è membro dell’Ato idrico il cui scopo è proprio quello di controllo sull’operato del gestore privato. – incalza Nuccia Palermo – Ad oggi questa grave inadempienza mette in ginocchio la popolazione che si ritrova ad un tratto senza quel bene essenziale tanto caro in ogni senso. Di certo, non è possibile chiudere un occhio dinnanzi a tale disfunzione.”
“Chiederemo ufficialmente tramite una interrogazione – Conclude il Capogruppo del PDR – che tipo di contromisure ed azioni verranno intraprese a favore dei cittadini che al momento hanno solo subito un danno con rischio soprattutto per la salute pubblica della quale il primo tutore è proprio il Sindaco Lillo Firetto”

SHARE