SHARE

I carabinieri di Montallegro, diretti dal maresciallo Salvatore Pecoraro, in collaborazione con i colleghi di Siculiana diretti dal maresciallo Fabio Natale, hanno denunciato a piede libero alla procura della Repubblica di Agrigento per illecito smaltimento di rifiuti e violazioni di leggi urbanistiche, M.M., 23 anni, di Ribera, legale rappresentante di un oleificio a Montallegro.
I carabinieri, nel corso di un predisposto servizio di prevenzione e repressione del fenomeno dell’inquinamento ambientale connesso alla molitura delle olive e alla individuazione di corsi d’acqua interessati allo scarico abusivo di acque reflue, hanno accertato che le acque di vegetazione di scarico dell’oleificio, dopo essere state convogliaTe oltre il muro di cinta della struttura, tramite una condotta in plastica proseguivano per oltre 700 metri per poi essere sversate all’interno di una scavo di 30 metri circa e profondo 6 metri, realizzato abusivamente e utilizzato come vasca, ricavato all’interno di un appezzamento di terreno di 300 mq circa adesso sottoposto a sequestro. Poi i rifiuti sarebbero finiti all’interno del laghetto Gorgo.

SHARE