SHARE

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Francesco Gallegra, non ha convalidato l’arresto, a quanto per un errore tecnico nella procedura di convocazione dell’udienza di convalida, di Andrea Castellino, 26 anni, accusato di incendio doloso di una Fiat 600 di Girgenti Acque e minacce aggravate nei confronti del dipendente della società che gestisce il servizio idrico nell’Agrigentino aggredito e minacciato con un coltello e un bastone nei giorni scorsi a Cattolica Eraclea. Il giudice monocratico non ha applicato nessuna misura cautelare nei confronti dell’indagato – difeso dagli avvocati La Russa e Gambino – che è cosi tornato in libertà in attesa del giudizio direttissimo fissato per il 21 gennaio 2016.

SHARE