SHARE

Il capitolo assunzioni è fra quelli, insieme al costo della bolletta, che crea un clima di tensione ed esasperazione nei confronti di Girgenti Acque, come hanno dimostrato in questi mesi diverse prese di posizione dei sindacati e di alcuni esponenti politici, in particolare del Movimento 5 stelle. Un clima di tensione denunciato dalla stessa società dopo l’aggressione di un proprio dipendente e l’incendio di un’auto nei giorni scorsi a Cattolica Eraclea.
Assunzioni “clientelari” per favorire i politici nella società che gestisce il servizio idrico nell’Agrigentino? “Sono tutte fantasie – ha affermato oggi il patron di Girgenti Acque Marco Campione – di alcuni che non hanno mai trovato il tempo di venire a misurarsi direttamente con Girgenti Acque. Noi siamo pronti a dimostrare che tutte le stupidaggini che hanno raccontato alcune persone, percè sono stupidaggini, le possiamo confrontare su dati concreti e reali, sia sulle assunzioni che su tutto quello che hanno commentato. Possiamo dimostrare – ha spiegato – che noi abbiamo compiuto tutto all’interno delle norme e della legalità, tranquillamente. Noi non abbiamo assolutamente – ha detto Campione – forzato la mano a favore dei sindaci, della politica né di altri. Noi abbiamo fatto delle scelte che sono assolutamente legali, tranquille e soprattutto trasparenti nei confronti dei cittadini della provincia di Agrigento”.

SHARE