SHARE
Tito Boeri, presidente Inps

“Il sistema pensionistico si regge sul patto tra generazioni. Chi oggi lavora paga le pensioni a chi oggi va in pensione, e lo fa nell’aspettativa che quando verrà il suo turno sia trattato allo stesso modo”. Lo ha detto il presidente dell’Inps, Tito Boeri, a L’Aquila sulla riforma pensioni su cui sta lavorando il Governo Renzi. “E’ importante – ha aggiunto – che questo fatto sia chiaro e che il sistema non sia percepito come iniquo. La sostenibilità non deve essere solo finanziaria, ma sociale”.

Sulla riforma pensioni e il Jobs act è intervenuto anche il segretario nazionale della Fiom, Maurizio Landini, oggi a Genova per partecipare al direttivo regionale del sindacato dei metalmeccanici. “Sulle pensioni – ha detto Landini – non mi pare che né Monti, né Letta né Renzi abbiano il consenso, eppure continuano a non metterci mano, così come la modifica che ha cancellato lo Statuto dei lavoratori e ha ridotto gli ammortizzatori sociali non è vero che ha esteso le tutele a tutte le forme di lavoro precario ma, anzi, ha allargato la precarietà e anche su questo le persone non hanno mai potuto dire quello che pensano”.