SHARE

E’ stata rinviata a domani l’udienza preliminare sulla richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla Procura di Ragusa per Veronica Panarello, la donna accusata di avere ucciso il figlio Loris di otto anni. Un legittimo impedimento, un’udienza in Cassazione, ha bloccato a Roma il legale dell’imputata, l’avvocato Francesco Villardita. L’udienza si terrà domani alle 10:30.
Proseguono oggi, intanto, le ricerche, “anche con ausilio di mezzi e tecniche speciali”, dello zainetto di Loris Stival, il bimbo ucciso a Santa Croce Camerina e che la madre Veronica Panarello, accusata dell’omicidio, ha ammesso di avere gettato, per disfarsene, lungo la strada percorsa per recarsi al castello di Donnafugata dove doveva partecipare ad un corso dimostrativo di cucina.
Lo rendono noto il procuratore di Ragusa Carmelo Petralia e il sostituto Marco Rota, “nell’ottica – dicono – di una corretta informazione”, due giorni dopo il sopralluogo compiuto insieme alla donna dalla polizia di Stato, dai carabinieri e dalla polizia penitenziaria. I primi accertamenti hanno dato esito negativo.

SHARE