SHARE

Il gup di Ragusa Andrea Reale ha rinviato al 3 dicembre l’udienza preliminare in cui deve decidere sul rinvio a giudizio di Veronica Panarello per l’omicidio del figlio Loris Stival, di 8 anni. La richiesta era stata avanzata dal legale della donna, l’avvocato Francesco Villardita. Alla base dell’istanza il deposito da parte del Pm Marco Rota di un supplemento di perizia medica su Loris che riguarda, in particolare, le fascette con cui sono stati legati i polsi del bambino. L’avvocato Villardita chiede tempo per farla esaminare dai suoi consulenti. Secondo l’ultima versione di Veronica, infatti, il piccolo si sarebbe strozzato da solo con le fascette elettriche con cui stava giocando; e i segni che invece aveva ai polsi sarebbero riferibili secondo questa versione a un analogo gioco che Loris avrebbe fatto il giorno prima. Tesi infondata secondo l’accusa per la quale i segni al collo e ai polsi sarebbero dello stesso giorno.

SHARE