SHARE

Il 62enne Giuseppe Lombardo, pregiudicato originario di Benevento con alle spalle numerose condanne per traffico internazionale di droga, la persona soccorsa stamani nel Magentino, a Corbetta (Comune di 18.161 abitanti della città metropolitana di Milano, in Lombardia) per una ferita provocata da un colpo di pistola al volto. L’uomo è stato aggredito all’interno di una ditta in via Milano, intorno alle 8 di stamane. Poche ore dopo l’agguato l’aggressore, già identificato dai carabinieri, si è costituito al carcere di Opera si tratta di Paolo Leone, 62 anni, originario di Agrigento, uscito dal carcere per il suo coinvolgimento nell’operazione “Donnie Brasco”. Sarebbe stato complice di Lombardo nel traffico di droga. Le sue parole ai carabinieri, secondo quanto riporta LaPresse, sono state: “Ho appena ammazzato uno a Corbetta”, avrebbe detto Leone costituendosi spiegando quindi di avere colpito Lombardo perché “sono andato in galera per colpa sua” . La vittima era stata trasportata in gravissime condizioni al Niguarda, in elicottero, colpito da almeno due proiettili al volto. Ora é in prognosi riservata e i medici lo stanno sottoponendo in questi minuti a un intervento chirurgico.

SHARE