SHARE

Prosegue RED in Sicily l’iniziativa ideata dall’Azienda Agricola G. Milazzo per diffondere la cultura del bere bene e valorizzare le eccellenze del territorio.

Fino al 30 novembre nei luoghi più suggestivi e nelle location più esclusive appassionati di vini rossi potranno degustare il Fondirò dell’azienda di Campobello di Licata, in abbinamenti speciali ideati per l’evento.

“La valorizzazione del territorio per l’Azienda Agricola G. Milazzo non si limita all’utilizzo di vitigni autoctoni, abbiamo dedicato anni al recupero di antichi biotipi, appositamente selezionati dopo anni di ricerca è così che è nato il Fondirò: frutto di oltre trent’anni di sperimentazione che, partendo da un antico biotipo di Perricone, è giunto alla selezione aziendale definita V12”. Così Giuseppina Milazzo spiega perché l’azienda abbia scelto il Fondirò, per questa serie imperdibile di eventi.

“Ai migliori chef di Sicilia ed ai locali più importanti di Sicilia abbiamo chiesto di ideare degli abbinamenti speciali che potessero valorizzare le eccellenze del territorio in abbinamento a questo vino unico”. Sono tante le occasioni per brindare alle eccellenze siciliane.

A cominciare da giovedì: l’appuntamento è ad Agrigento, da ‘Nzolia, l’enoteca sita nella piccola isola pedonale di Piazzetta San Calogero, nel cuore della città dei templi.
Per RED in Sicily ‘Nzolia realizzerà degli speciali apericena in cui in abbinamento al Fondirò verranno proposte delle eccellenze siciliane, giovedì il protagonista sarà il Carpaccio di Bufalo al Nero d’Avola e Melograno.

Venerdì un doppio appuntamento con due grandi chef siciliani: Pino Cuttaia a Licata, in provincia di Agrigento, ed Angelo Treno a Piazza Armerina, in provincia di Enna.

Lo chef due stelle michelin Pino Cuttaia, dalle 18,30, a uovodiseppia ,la sua boutique gastronomica, in abbinamento al Fondirò proporrà la sua versione del Muffuletto con il tonno. Sempre venerdì ma alle ore 20,00 nel ristorante Al Fogher, di Piazza Armerina, lo chef Angelo Treno presenterà una sua creazione appositamente ideata per RED in Sicily: Guancia di vitello, cotta a bassa temperatura con ridotto di Fondirò e sentori di cacao, servito su una purea di patate e verdurine croccanti.

Il menu della serata prevede, inoltre, Insalata d’aringa; Tortino di baccalà in fasce di porro su letto di lenticchie nere e pepita di fois gras; Minestra di borlotti del territorio con muscoli di mare, frammenti di capelli d’angelo e profumi di terra; ed infine Idea di Sacker, la nuova creazione della pasticcera Ernesta Tudisco.

Sabato dalle 20,00 l’appuntamento è a Ortigia, nel cuore di Siracusa, al ristorante Don Camillo: nato nel 1985 come piccolo ristorante a conduzione familiare, grazie ad una evoluzione continua, è diventato uno dei ristoranti siciliani più apprezzati della Sicilia.

Qui lo chef Giovanni Guarneri, per RED in Sicily, realizzerà ogni giovedì una vera prelibatezza: la Tuma persa vestita in salsa di porcini.

Sono dei bocconcini di tuma persa passati in olio extravergine d’oliva, poi nella granella di pistacchi, arrotolati in fettine di filetto di manzo e poi nel lardo di suino nero dei Nebrodi, scottati in padella profumati di salvia e serviti su una crema di porcini.

SHARE