SHARE

I carabinieri hanno sequestrato alcuni tratti del raddoppio della statale 640 Caltanissetta-Agrigento, su oridne dle gip nisseno. Secondo gli inquirenti, per realizzare il raddoppio dell’arteria stradale nel tratto che ricade in provincia di Caltanissetta, sarebbero stati utilizzati sia calcestruzzo non adatto e anche le gabbie di acciaio per realizzare pali e strutture non sarebbero state conformi. Le irregolarita’ dei materiali e le difficoltà tecniche non sarebbero nemmeno state segnalate alla Direzione dei lavori dalle aziende impegnate nella costruzione dell’opera. Nel dettaglio si tratta di alcune parti del viadotto Salso e della galleria naturale “Caltanissetta”. Sono dodici, secondo quanto viene spiegato in una nota dell’Arma, le persone indagate per le irregolarità nella realizzazione dell’opera, tra dirigenti, professionisti, tecnici e imprenditori, e solo uno di loro fa parte della Direzione dei lavori. Tra gli indagati c’è anche Concetto Bosco Lo Giudice, un dei vertici della ditta Tecnis e già arrestato ad ottobre nell’inchiesta sugli appalti dell’Anas. Il sequestro non creera’ disagi alla circolazione delle auto perchè riguarda soltanto i tratti non ancora aperti al transito delle auto.