SHARE

Si indaga, a quanto pare, per omicidio a Cattolica Eraclea dopo la morte di Giuseppe Miceli, marmista sessantasettenne. L’uomo è stato trovato morto all’interno dell’ufficio della sua azienda in via Crispi, riverso sul pavimento con una profonda lesione alla gola. A quanto pare sarebbe deceduto per strangolamento con dei fili elettrici, sul pavimento chiazze di sangue. Sul posto i carabinieri della compagnia di Agrigento e i colleghi della sezione scientifica e il sostituto procuratore Silvia Baldi.

SHARE