SHARE

“Solo la Misericordia di Dio puo’ liberare l’umanita’ da tante forme di male, a volte mostruose, che l’egoismo genera in essa. La grazia di Dio – infatti – puo’ convertire i cuori e aprire vie di uscita da situazioni umanamente insolubili”. E’ questo invito alla speranza il cuore del messaggio di Natale che ha preceduto la benedizione Urbi et Orbi impartita – come e’ tradizione – dalla Loggia della Basilica di San Pietro. “Dove nasce Dio – afferma il Papa – nasce la speranza. Dove nasce Dio, nasce la pace. E dove nasce la pace, non c’e’ piu’ posto per l’odio e per la guerra. Eppure proprio la’ dove e’ venuto al mondo il Figlio di Dio fatto carne, continuano tensioni e violenze e la pace rimane un dono da invocare e da costruire”.

“In questo giorno di festa, il Signore ridoni speranza a quanti non hanno lavoro e sono tanti. E sostenga l’impegno di quanti hanno responsabilita’ pubbliche in campo politico ed economico affinche’ si adoperino per perseguire il bene comune e a tutelare la dignita’ di ogni vita umana”. Lo chiede Francesco nel messaggio di Natale.

SHARE