SHARE

Il tribunale del Riesame di Palermo ha revocato gli arresti domiciliari al presunto capo di Cosa Nostra Agrigentina, Pietro Campo, 63 anni, di Santa Margherita Belice. Campo, difeso dall’avvocato Giuseppe Giambalvo, era stato arrestato nell’ambito dell’inchiesta antimafia denominata “Icaro” dello scorso 2 dicembre. Ora è tornato in libertà.

SHARE