SHARE

Settimana intensa per Veronica Panarello, la giovane siciliana accusata di avere ucciso con premeditazione il figlio Loris il 29 novembre del 2014 e di averne occultato il cadavere. Si inizia lunedì alle 11 con il primo accesso per la perizia psichiatrica sulla donna. Giorno 15, invece, udienza davanti al Tribunale dei minori di Catania per la valutazione della capacita’genitoriale della donna per l’affidamento del fratellino minore di Loris attualmente con il papa’e la nonna paterna. La donna lunedì mattina sarà ‘trasferita al carcere di piazza Lanza dove le sara’concessa la permanenza fino alla conclusione della perizia psichiatrica. Veronica Panarello si trova dal 4 dicembre 2015 in un’istituto di Barcellona Pozzo di Gotto, sotto osservazione psichiatrica e ha chiesto di non ritornare piu’nel carcere di Agrigento.
Lunedi alle 11 al carcere di piazza Lanza si apre la fase della perizia psichiatrica su Veronica Panarello. Sarà quello che viene definito tecnicamente, il ‘primo accesso’ di periti e consulenti nominati dalle parti. I periti nominati dal Gup Andrea Reale – che ha acconsentito al rito abbreviato subordinato alla perizia psichiatrica come richiesto dall’avvocato di Veronica Panarello, Francesco Villardita – sono i Eugenio Aguglia, professore ordinario di Psichiatria all’Università di Catania e Roberto Catanesi ordinario di Psicopatologia forense all’Università di Bari. L’avvocato Villardita, secondo quanto riferisce l’Agi, ha confermato i consulenti coinvolti già nella perizia riguardante la capacita genitoriale della donna cioe’, Giuseppe Sartori, neuropsicopatologo dell’Università di Padova e Pietro Pierini, psichiatra all’Universita’ di Pisa. Stessa cosa ha fatto l’avvocato Daniele Scrofani che assiste Davide Stival il padre del bambino ucciso: i suoi consulenti sono la psicologa Maria Costanzo e lo psichiatra Giuseppe Catalfo. L’ultima nomina e’quella di Francesco Biazzo, legale che affianca il nonno di Loris, Andrea Stival parte civile assieme alla ex moglie Pinuccia Aprile (assistita da Scrofani). Biazzo ha nominato Silvio Ciappi, psicologo e criminologo forense di Siena. Non è ancora noto se la Procura che si era riservata la decisione, nominerà o meno un suo perito.