SHARE

I segretari generali provinciali di Cgil, Cisl e Uil Agrigento, rispettivamente Massimo Raso, Maurizio Saia e Gero Acquisto, hanno scritto una nuova lettera al prefetto di Agrigento, Nicola Diomede, sulla vicenda del licenziamento di 13 netturbini ad Agrigento.

Ecco il testo della lettera. “Eccellenza, comprendiamo che le “emergenze” di questa nostra terra sono davvero tante, ma, tra queste, vorremmo sottolineare l’urgenza di chiudere l’annosa vicenda che riguarda i netturbini di Agrigento rimasti disoccupati a seguito della nuova gara. Le abbiamo richiesto l’incontro perché riteniamo che davvero Ella possa far trovare (al Comune ed al R.T. delle Imprese) quella convergenza che serva a riassorbire questi 13 operai.

La soluzione che era stata avvistata, ovvero quella di utilizzare le risorse del cosidetto “potenziamento estivo”, ma poi l’accordo non si è riusciti a trovarlo.
La preghiamo davvero di voler fissare tale incontro sul quale riponiamo ogni nostra residua speranza di trovare una soluzione alla vertenza. In attesa di ricevere Sua convocazione, cordiali saluti”.

SHARE