SHARE

Tutto pronto per l’avvio, lunedì 18 gennaio, di una piccola rivoluzione civile che interesserà la comunità di Siculiana. Al via la raccolta differenziata “porta a porta” che, dopo la rimozione di tutti i vecchi cassonetti stradali, metterà in condizione i cittadini di utilizzare i cestelli domestici che saranno svuotati a domicilio.

Grande impegno – viene spiegato in una nota dell’ammiistrazione comunale – è stato profuso, nelle ultime settimane, per informare tutti i cittadini e per avviare un fertile dialogo volto al perfezionamento di ogni dettaglio. Assemblee cittadine, incontri con gli operatori ecologici, formazione dei giovani facilitatori che hanno informato ogni famiglia e, naturalmente, la grande partecipazione registrata sulla pagina Facebook, questi sono solo alcuni degli aspetti curati meticolosamente dall’Amministrazione Comunale, che sta credendo tantissimo nel progetto.

Il sindaco Leonardo Lauricella e il vicesindaco Enzo Zambito, si sono in diverse occasioni rivolti direttamente ai cittadini, anche attraverso dei video pubblicati su Facebook, per sottolineare l’importanza di questa sfida, che punta a raggiungere le percentuali di riciclo che ogni Comune ha l’obbligo di rispettare, secondo le prescrizioni della Comunità europea ed evitare che quest’ultima applichi le sanzioni previste per legge.

Gli stessi amministratori hanno richiamato, attraverso un messaggio alle famiglie, inserito nel volantino informativo distribuito “porta a porta”, i fattori più importanti che indicano la via della raccolta differenziata come quella più intelligente e sostenibile per tutti. Vantaggi economici e rispetto per la salute e l’ambiente in prima linea.

Anche gli operatori ecologici avranno un ruolo fondamentale di contatto attivo con la popolazione, sarà infatti determinante, specie nelle prime fasi, la loro capacità di relazionarsi e dialogare con i cittadini, guidandoli verso una piena resa qualitativa della separazione dei rifiuti. L’Amministrazione ha anche confermato che, puntualmente, sarà pubblicato su Facebook e sul sito istituzionale dell’Ente un report riassuntivo dei progressi del piano, anche per gratificare e dare il giusto “feedback” sull’impegno che ogni siculianese avrà profuso in questo percorso di crescita collettiva.