SHARE

Ieri pomeriggio, nel corso di un predisposto servizio di controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione dei crimini connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti sulla direttrice Palermo-Sciacca, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia saccense hanno tratto in arresto in flagranza di reato un uomo ed una donna di Menfi, S.G. di anni 39 e B.G. di soli anni 19, ambedue incensurati, con l’accusa di detenzione e trasporto illecito di sostanza stupefacente.

Il servizio di osservazione predisposto dai militari dell’Arma è stato effettuato sulle maggiori vie di comunicazione e in particolare sulla SS. 624 (Fondovalle). Proprio su quest’ultima arteria, all’altezza del bivio Gulfa, è stata fermata e controllata l’autovettura con a bordo i due soggetti che, alla vista dei militari hanno mostrato sin da subito evidenti segni di insofferenza. Durante le fasi relative alle perquisizioni personali e veicolari la donna decideva di consegnare spontaneamente la sostanza stupefacente, che teneva occultata sulla sua persona, consistente in 50 grammi circa di Hashish e 2 grammi di cocaina. Le successive perquisizioni domiciliari consentivano ai militari di recuperare anche un bilancino elettronico di precisione.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Sciacca, i due arrestati sono stati condotti presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari. L’attività va inquadrata nell’ambito del piano provinciale di controllo del territorio in relazione al quale i servizi, concentrati sui luoghi di aggregazione giovanile e sulle principali vie di comunicazione, sono coordinati dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Agrigento.

SHARE