SHARE

Sulla vicenda relativa al licenziamento di due giornalisti e dell’operatore dell’emittente Tele Video Agrigento e più in generale sulla crisi delle aziende editoriali agrigentine interviene il Segretario Nazionale del Sindacato Autonomo Giornalisti Italiani, Nino Randisi. “Le difficoltà economiche in cui si dibattitono gli editori locali in questi ultimi anni sono abbastanza palesi ma non è possibile che continuino a pagare i lavoratori che costituiscono, di fatto, l’anello finale, quello certamente più debole. E’ necessario pertanto prima che si verifichino altre analoghe situazioni, convocare un tavolo tecnico tra le parti, editori e lavoratori del settore, al fine di mettere in campo strumenti normativi efficaci che possano salvaguardare intanto nell’immediato i livelli occupazionali. Per questo motivo -conclude Randisi – ho dato mandato alla segreteria regionale e a quella di area provinciale del SAGI di attivarsi subito in questa direzione perchè ormai la sola solidarietà con i lavoratori licenziati non può certo bastare”.

SHARE