SHARE

“Con Renzi si stanno spostando i miei voti e la mia classe dirigente. E dunque quelli che stavano con me e ora nel Pd fanno le tessere. Ma non capisco il clamore, lo scandalo. A me pare naturale. Prendevo un milione ottocento mila voti, lì dentro c’era la Sicilia. Ora quella stessa Sicilia si sta spostando”. Così Totò Cuffaro in un’intervista all’Huffington Post. Perchè verso Renzi? “Perchè Renzi non è il Pd dei miei tempi, è un Pd diverso, moderato, che guarda all’idea di un partito della nazione. Questo è il primo motivo. Il secondo, connesso, è che a destra non c’è un grande partito moderato ma Alfano che per di più è alleato con Renzi. E’ chiaro che si sposti sul Partito democratico”. “A me fa piacere. Vanno nel partito che più assomiglia a un partito post democristiano, è ovvio. E’ al governo, è il partito più forte, essere post-democristiani significa stare con con chi governa”. Le parole di Renzi hanno provocato la reazione della minoranza del Pd che hanno chiesto chiarimenti alla segreteria renziana.

SHARE