SHARE

Com’è ormai tradizione “I Bambini del Mondo” tenendo fede al motto “I bambini aiutano i bambini” coniato dal “papà” del festival, Claudio Criscenzo, prima di iniziare le loro performance artistiche hanno portato un sorriso, una carezza ed anche momenti di folklore al reparto di Pediatria dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. E’ iniziata con questo bel gesto d’amore la 71^ Sagra del Mandorlo in Fiore che dedica il primo dei quattro week end al Festival Internazionale del Folklore “I Bambini del Mondo”.

Sono stati i ragazzi del gruppo della Russia, “Eralash” di Cheliabinsk che questa mattina, accolti dal primario dottor Giuseppe Gramaglia, hanno fatto conoscere il loro folklore ai piccoli degenti e ai loro familiari. Per un po’ tutti, medici, infermieri, pazienti e familiari hanno dimenticato di essere in ospedale e si sono goduti la Sagra in maniera spensierata e allegra. In tanti hanno voluto immortalare questo momento con foto postate sui vari social.

Il Festival “I Bambini del Mondo” è organizzato dall’Aifa, Associazione International Folk Agrigento, guidata da Luca Criscenzo che ha preso il posto del papà Claudio, immaturamente scomparso.

Il primo appuntamento con il Festival del folklore è con le scuole agrigentine, per loro infatti, presso il PalaMandorlo di piazza Vittorio Emanuele, si terranno giovedì 11 febbraio 2016 due spettacoli, inizio ore 9,30, il primo e 11:30 il secondo, con la presenza di tutti i gruppi internazionali partecipanti e con loro anche i gruppi agrigentini. Nel pomeriggio alle ore 16:00 i gruppi internazionali partecipanti al Festival “I Bambini del Mondo”, nominati dall’Unicef, Ambasciatori di pace nel mondo, per la promozione dei grandi valori di fratellanza, solidarietà e concordia tra i popoli, saranno ricevuti presso il Collegio dei Filippini dal sindaco di Agrigento Lillo Firetto, per il saluto ufficiale della città.

Sempre al PalaMandorlo si terranno gli spettacoli in programma venerdì 12 febbraio alle ore 9:30 e 11:30. Alle ore 20:30 ancora spettacolo e l’assegnazione del “Premio: Italia, Immagini e Pensieri”, a cura della Società Dante Alighieri. .

Sono sette i gruppi internazionali partecipanti che arrivano da: Albania, Artistic Ensemble ” Kaltersia” di Tirana; Bulgaria, Dance Ensemble “ Plamache” di Sofia; Georgia, Children Ensemble “ Merani” di Tiblisi; Korea, “ Woori -Doori” di Seul; Polonia, “Mali Gorzowiacy” di Gorzów Wielkopolski; Russia, “Eralash” di Cheliabinsk e Italia, “I Tamburellisti di Otranto”, Puglia. Con loro i gruppi agrigentini: Gergent, Oratorio Don Guanella, I Piccoli del Val D’Akragas, I Picciotti da Purtedda, Fabaria Folk e Herbessus.

 

SHARE