SHARE

In seguito alla nuova versione sulla morte di suo figlio Loris Stival (e anticipata dall’account Twitter di Quarto Grado di Rete 4) fornita agli inquirenti da Veronica Panarello, la trasmissione di Retequattro condotta da Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero, mostra – nella puntata in onda stasera in prima serata – una lettera scritta da Andrea Stival, suocero della donna. Nel manoscritto l’uomo smentisce di essere l’autore del delitto, come invece sostenuto dalla nuora: “Le indagini hanno escluso totalmente qualsiasi mio coinvolgimento nell’omicidio del mio adorato nipote, che a tutt’oggi non ha un attimo di pace”. Andrea Stival, infatti, spiega: “Le stesse telecamere che hanno permesso di individuare l’unica responsabile nella signora Panarello testimoniano e testimonieranno sempre la mia estraneità a tale tragedia”.
Il nonno di Loris, che smentisce anche di essere stato l’amante di Veronica, dichiara di aver “incaricato il mio legale ad agire giudizialmente contro la signora Panarello, per queste accuse calunniose e infondate”. Dunque conclude la lettera scrivendo: “L’unica e dico l’unica cosa che a me preme è dare giustizia a mio nipote, perché con lui se n’è andato la metà di me”.