SHARE

Durante la stagione invernale i consumi di gas salgono, gonfiando la relativa bolletta. Sapere a quanto ammontano i costi per il riscaldamento e dove agire per ridurli e’ utile per non ritrovarsi bollette salate. Per questo SosTariffe.it, oltre a diramare una classifica delle citta’ siciliane piu’ energivore in termini di consumi di gas, ha stilato anche un elenco dei consigli piu’ adatti a ridurre le spese. Dalla classifica emerge che a Messina vengono rilevati i consumi medi piu’ alti: 1331,26 m³. Alla citta’ dello stretto dunque appartiene la bolletta media piu’ salata della Sicilia, con 1135,60 euro all’anno. Da notare che a Messina e’ stato registrato anche il maggior aumento di consumo di gas: rispetto al 2014, nel 2015 i consumi hanno subito un incremento del 42,5%. Agrigento e’, invece, la citta’ con i consumi minori, con un fabbisogno energetico pari a 517,33 m³, che significa una spesa annua media di 707,58 euro. La realta’ siciliana dove SosTariffe.it registra il calo maggiore di consumo di gas e’ Caltanissetta, con un -26,24% nel 2015 rispetto all’anno precedente. Per ridurre consumi e bollette in Sicilia, SosTariffe.it propone alcuni consigli. Passare al mercato libero del gas confrontando le offerte e scegliendo la proposta migliore puo’ comportare in Sicilia un risparmio in bolletta dall’11% al 13% annui. Quello che tuttavia pesa di piu’ sulla spesa annua di gas e’, di certo, disperdere l’energia senza fare attenzione e ignorando alcune accortezze che permetterebbero di tagliare gli sprechi.

SHARE