SHARE

Ha riscosso grande successo, non solo tra i più piccoli, l’Opera dei Pupi stamane in scena al PalaMandorlo in occasione della Sagra del Mandorlo in Fiore 2016. La metafora dell’eterna lotta del Bene, rappresentato dai paladini, contro il Male, incarnato di volta in volta nel perfido traditore Gano di Magonza, in furfanti di strada travestiti da eremiti, nei saraceni cattivi, nei giganti, nei draghi, è la cifra essenziale dell’Opera dei Pupi catanese che i Fratelli Napoli, compagnia fondata nel 1921, hanno portato ieri ad Agrigento coinvolgendo grandi e piccini.

Bambini e adulti hanno potuto vedere come nasce la straordinaria macchina scenica dell’Opera dei Pupi e ammirare la realizzazione, tutta artigianale, delle coloratissime marionette che sono assurte ad icona delle tradizioni siciliane. Dopo un’introduzione storico-antropologica, sono state illustrate le modalità di costruzione dei pupi e le differenze fra pupi di stile catanese e pupi di stile palermitano. I bambini sono diventati parte attiva dell’opera, poiché alcuni di loro sono stati invitati a far recitare e muovere i pupi.

Intanto, nel pomeriggio, la Sagra del Mandorlo in Fiore prosegue con  la sfilata dei gruppi folk siciliani da piazza Pirandello a piazza Cavour (a partire dalle 16.30). Mentre in serata, alle ore 21, l’esibizione di gruppi folk siciliani è si svolgerà al PalaMandorlo (ingresso libero), in piazza Vittorio Emanuele dove dalle 19 alle 23.30 si può gustare Street food siciliano all’interno del PalaFood.
Ecco, invece, il calendario degli eventi in programma per domenica 21 febbraio. Alle ore 10 la sfilata dei gruppi folk e dei carretti siciliani e il corteo di cavalli Andalusi e Frisoni da piazza Pirandello a piazza Cavour. Dalle 14 alle 18 l’esposizione dei carretti e degli addobbi al PalaMandorlo, dove alle 16 è prevista l’esibizione di gruppi folk siciliani. Dalle 19  alle 23.30 il nuovo appuntamento con lo Street food siciliano al PalaFood.

SHARE